Iscriviti alla Newsletter!


ecocomics
Pagine Verdi







ECONOMIA DI CONDIVISIONE

Kumarappa Economia di condivisione libro

di  Joseph C. Kumarappa

Edizioni Centro Gandhi

pp.192 - €15.00



Economia di condivisione. Come uscire dalla crisi mondiale

Il pensiero di Kumarappa è volto a sviluppare una società solidale e largamente autosufficiente, al fine di limitare gli effetti nefasti del capitalismo più sfrenato e impositivo, dell'economia monetaria e della speculazione finanziaria.


Kumarappa, che fu l'economista del Mahatma Gandhi ci spiega, attraverso un'antologia di grandi testi, i mali dell'economia moderna e come curarli in modo equo e nonviolento.


Secondo Kumarappa, i modelli di sviluppo sono strettamente connessi con l'insorgenza delle guerre, per cui i pacifisti devono comprendere quanto sia illusorio pensare di arrestare i conflitti armati, limitandosi a denunciarne i crimini e le atrocità implicite, e come sia necessario invece modificare i soggiacenti modelli di sviluppo economico che ingenerano violenze e guerre a seguito della scarsità di risorse e alla detenzione dei mezzi economici e di produzione da parte del potere centralizzato. 


L'autore, in questo libro, non si limita a fare denuncia ma indica con chiarezza le alternative, che ridà speranza e voglia di agire. Egli sostiene la necessità di realizzare l'autonomia e l'indipendenza delle comunità, privilegiando le attività quotidiane di sostentamento e di produzione realizzate nei piccoli villaggi, per agevolare un'economia di condivisione, dove il commercio sia ridotto all'essenziale, preferendo il baratto e lo scambio in natura, incentivando così stili di vita sostenibili e sobri.


Note sull'autore:

Joseph C. Kumarappa è stato il più stretto collaboratore di Gandhi nel tracciare le linee di un programma economico nonviolento. Nei suoi studi di economia rifiuta il modello produttivo imposto dal potere centrale che innesta dinamiche e meccanismi produttivi basati sul lavoro alienato dalla produzione in serie e promuove in tutto il mondo un'economia di condivisione e di autonomia delle comunità locali.


Segui La Foglia


ECO QUIZ