Iscriviti alla Newsletter!


ecocomics
Pagine Verdi






FESTA DELL'ALTRA ESTATE dal 4 al 14 luglio Garbatella

Festa dell'altra estate 2013 Casetta Rossa Roma Garbatellada Giovedì 4 a Domenica 14 LUGLIO 2013 


presso CASETTA ROSSA

zona Garbatella


10 GIORNI DI FESTA E CULTURA!

Presso Casetta Rossa e nel Parco Cavallo Pazzo adiacente alla casetta, nel cuore del quartiere Garbatella si succederanno dieci giorni di musica, teatro, cinema, presentazioni di libri, laboratori. Un’occasione per stare insieme nelle sere d'estate gustando cibi biologici, guardando film o spettacoli teatrali.



PROGRAMMA dell'ultima settimana

Martedì 9 luglio

ore 17.30 - Leggere è un Gioco! - Laboratorio di rumoristica musicale e teatrale sulla Letteratura per l'infanzia, condotto da Sara Aprile. Giocando e rumoreggiando daremo corpo e anima alle pagine di alcuni libri per bambini. Tra gli autori: Calvino, Quarzo e Lionni. Occorrente per il laboratorio tanta fantasia, un pizzico di follia, grande immaginazione e abiti comodi..... tutto l'occorrente è già nel vostro cuore!"
ore 18.30 - RE(A)DING HOUSE Cavallo Pazzo legge. Lettura di "Scontro di civiltà per un ascensore a piazza Vittorio". Coordina Gioacchino De Chirico, interviene Isotta Toso Regista dell’omonimo film tratto dal libro.

ore 21.30 - Cinema. Proiezione del film Scontro di civiltà per un ascensore a piazza Vittorio. Un film di Isotta Toso

Mercoledì 10 luglio
ore 18.30 - Presentazione del libro “Amianto. Una storia operaia” di Alberto Prunetti. Interviene l’autore A. Prunetti. Partecipa la casa editrice Agenzia X
Questa è la storia di Renato, un operaio cresciuto nel dopoguerra che ha iniziato a lavorare a quattordici anni. Un lavoratore che scioglieva elettrodi in mille scintille di fuoco a pochi passi da gigantesche cisterne di petrolio. Un uomo che respirava zinco, piombo e una buona parte della tavola degli elementi di Mendeleev, fino a quando una fibra d'amianto, che lo circondava come una gabbia, ha trovato la strada verso il torace. Poi, chiuso il libretto di lavoro, quella fibra ha cominciato a colorare di nero le cellule, corrodendo la materia neurale. Una ruggine che non poteva smerigliare, lesioni cerebrali che non poteva saldare. "Amianto" è una scorribanda nella memoria tra le acciaierie di Piombino e quelle di Taranto, tra le raffinerie liguri e gli stabilimenti di Casale Monferrato, tra il calcio di strada in un'Ilva dimenticata in provincia e le risse domenicali lungo la via Aurelia. Un "Lessico famigliare" proletario con cavi elettrici impazziti e sarcastici aneddoti dal mondo operaio. Un'epopea popolare ma anche un'inchiesta che riapre una ferita sociale, scritta da una voce narrativa che reclama attenzione e conferma un talento sempre più maturo.
ore 21.30 - Quando qualcosa ci sta a cuore. Viaggi, storie, incontri e un documentario di e con Giuseppe Cederna. Da Erri de Luca a Bob Dylan. Dal Mediterraneo alle guerre in Africa, dalla giungla dorata di un set hollywoodiano alle montagne dell’Himalaya: come un viaggio può trasformarsi in “Una Cosa Giusta”.

Giovedì 11 luglio
ore 18.30 - Aperitivo Cool Classic di Carlo Contegiacomo. Dal barocco di Bach e Vivaldi fino ai Cinematic Orchestra e a Jamiroquai. Perchè la potenza comunicativa della musica classica non si è mai spenta, ma resta esempio per i contemporanei e occasione di arricchimento emotivo per tutti: grandi e piccoli, eruditi e profani. E' questa la "filosofia" che sottende agli eventi Cool Classics firmati Carlo Contegiacomo. Un trionfo di violini e di tutti gli strumenti ad arco che vi catturerà l'anima.
ore 21.30 - Cinema. “La nave dolce”. Un film di Daniele Vicari. A seguire incontro con Daniele Vicari. L’8 agosto 1991 una nave albanese, carica di ventimila persone, giunge nel porto di Bari. La nave si chiama Vlora. Il 7 agosto 1991 la nave, di ritorno da Cuba, arriva al porto di Durazzo, nella stiva diecimila tonnellate di zucchero. Sono in corso le operazioni di scarico quando una folla enorme di migliaia di persone assale improvvisamente il mercantile, costringendo il capitano Halim Malaqi a fare rotta verso l’Italia. È una marea incontenibile di uomini, ragazzi, donne, bambini. Il motore centrale è in avaria, non c’è cibo, né acqua. Solo zucchero. Il sole di agosto arroventa il pontile. Poi scende la notte, il capitano governa la nave senza poter utilizzare il radar, evita anche una collisione. Il mattino dopo, ad attendere la Vlora c’è una città incredula e stordita e uno stadio di calcio vuoto, dove, dopo lunghissime operazioni di sgombero del porto, gli albanesi vengono rinchiusi prima del rimpatrio. Sono passati ventuno anni da quel giorno. La maggior parte di coloro che salirono sulla nave, carica di zucchero, vennero rispediti in Albania ma gli sbarchi continuarono e qualcuno tentò ancora la traversata. Oggi vivono in Italia quattro milioni e mezzo di stranieri.

Venerdì 12 luglio
ore 17.30 - Oggi cucino io! Laboratorio di cucina per i più piccoli. Le bambine i bambini ci delizieranno con deliziosi manicaretti preparati con le loro mani con mamma Cinzia!

ore 18.30 - Presentazione del libro C’è posto all’ultimo banco, guida alla scolarizzazione dei bambini rom a cura di Arci Solidarietà. Storie di vite ai margini che mai saliranno agli onori della cronaca, semmai saranno oggetto di articoli che stigmatizzano un indefinito popolo rom da condannare o da salvare in toto, a seconda di chi li scrive. Storie di bambine, bambini e adolescenti che nelle nostre scuole spesso trovano posto solo all'ultimo banco, nella fila degli invisibili, di coloro che non meritano di essere guardati, visti e quindi, al pari degli altri, accompagnati verso una consapevole appropriazione del proprio futuro.
ore 21.30 - Teatro: Patrizio. Come quei divi di Hollywood che sono eterni e Catherine – je t'aime à la follie comme une pousse à l'agonie. Due monologhi di Gianni Spezzano. Con Gianni Spezzano e Veronica Baleani
Patrizio. Come quei divi di Hollywood che sono eterni. Regia di Marcello Cotugno. Patrizio, rampollo emergente del clan dei Corbese, ci racconta della sua infanzia, delle sue paure, delle mazzate subite dai prepotenti e di quell'episodio improvviso che cambiò per sempre la sua vita. Un racconto inconsapevole, non analitico, una confessione che sembra condurlo ad una redenzione che invece non arriverà mai. Raccontando di un mondo altro, quasi parallelo, ci mette di fronte alle differenze tra la vita di quartiere e quella della tv, del cinema, della cronaca presentandoci un vero esempio di cultura alternativa, ben radicata e tramandata di generazione in generazione.
Catherine – je t'aime à la follie comme une pousse à l'agonie. Regia di Gianni Spezzano. C'è un passaggio nella nostra vita che ci trascina dall'infanzia,e la sua saggia innocenza, verso l'età adulta, con la sua cruda realtà. Catherine si ritrova chiusa in questa stanza metaforica in cui attende l'arrivo dei grandi che la prepareranno per accedere al mondo degli adulti. Ma grazie ad una bambola rotta, trovata lì per caso, Catherine si scinde in un due entità ben precise, quella piccola e quella grande, che dialogano sia tra di loro che con la bambola, ultimo baluardo di una generazione che si sta sgretolando.

Sabato 13 luglio
ore 17.30 Laboratorio di Riciclaggio creativo a cura di Manuela Ritondale. In questo laboratorio partiremo da materiali di diversa natura e di uso quotidiano (bottiglie, tappi, pezzi di stoffa e plastica, sughero etc..) per creare oggetti nuovi, possibilmente funzionali oltre che “artistici”. Faremo vedere come dalle bottiglie di detersivo si possano ottenere pratici utensili da giardinaggio; come bottiglie di plastica e tappi possano trasformarsi in aeroplani e idranti ma soprattutto lasceremo campo libero alla creatività e alla fantasia dei bambini affinché siano loro a scoprire e inventare tante nuove forme.
ore 18.30 - Dal Comune alla Regione. ORTI E AGRICOLTURA progetto per l’ambiente e l’occupazione. Intervengono: Gianluca Peciola (Consigliere comunale), Cristiana Avenali (Consigliera regionale), Daniele Caucci (Terra! Onlus), Giacomo Lepri (coop. CO.R.AG.GIO.), Gloria Salvatori (EutOrto), Alberto Modesti (Orti Urbani Tre Fontane). Coordina Carmen Vogani (Paesesera)
ore 21.30 - Cinema. La migliore offerta. Un film di Giuseppe Tornatore

Domenica 14 luglio
ore 17.00 - Water war  Guerra di gavettoni di fine festa. Astenersi idrofobici, freddolosi e amanti del silenzio.
ore 21.30 - Bella, Gabriella!Giulia Ananìa e Valerio Rodelli- Giulia Ananìa e Valerio Rodelli in una dedica, profonda e innamorata, a Gabriella Ferri. Con Filippo Schininà alle percussioni e con Carmen Iovine. Con la partecipazione di Francesca Cicchinelli.

Dalla Malavita Romana al Folk d’AutoreBanda Jorona: L’intento della nostra ricerca - un percorso artistico e umano tanto lungo quanto appassionante e pieno di sorprese - è quello di scattare una fotografia della Roma che viviamo ogni giorno: personaggi che vagano nei nuovi quartieri bohémien e popolari della capitale, situazioni di precarietà lavorativa ed esistenziale e momenti di poesia imprevedibile, invenzioni linguistiche inaspettate e incontri con i portatori di memorie antiche - dagli anziani partigiani ai migranti delle generazioni passate e attuali - e di culture “altre”. Questo è il mondo che abbiamo cercato di raccontare nella serie di brani che costituiscono il nostro nuovo repertorio.



Per vedere il programma completo: http://issuu.com/davidemau/docs/altraestate_2013-finale-web1


Per ulteriori info:

CASETTA ROSSA via Magnaghi, 14 Roma - Garbatella


TEL: 06.97848488

CELL:  338.8936500
MAIL: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
WEB: www.casettarossa.org




Segui La Foglia


ECO QUIZ