Iscriviti alla Newsletter!


ecocomics
Pagine Verdi






Land grabbing: nuova forma di colonialismo?

In paesi come la Cina e l’Arabia Saudita, il vero problema del capitalismo emergente è che né il denaro, né il petrolio, possono essere usati per rispondere alle sempre maggiori richieste di cibo derivanti dai vertiginosi tassi di crescita demografica. Lo sanno bene i governi dei paesi con economie in forte ascesa che non possiedono abbastanza terreni per produrre internamente il cibo necessario.



land grabbing



Anche le multinazionali impegnate nella coltivazione intensiva e nell’estrazione mineraria, sentono la necessità di estendere le loro proprietà per far fronte alle richieste di mercato che i giacimenti in loro possesso non possono più garantire.Per questo, negli ultimi anni, si è registrato un ricorso massiccio all’investimento terriero in stati esteri al fine di estrarre minerali, produrre cibo a basso costo e materie prime per i bio-combustibili.
Per definire il land grabbing si può partire dalla traduzione del termine inglese: "accaparramento di territori" vergini in nazioni come l’Africa, il sud-est Asiatico e l’America Latina.
Possedere grandi appezzamenti in questi Stati vuol dire avere la possibilità di gestire la “risorsa” territorio come meglio si crede.L’Unione Africana nell’ultimo anno ha cercato di combattere il fenomeno del land grabbing, purtroppo con scarsi risultati, invitando gli Stati aderenti all’Unione a non vendere o affittare terreni ad altri Stati.
Troppo spesso però governanti corrotti si lasciano “convincere” a cedere immensi latifondi in cambio di denaro, senza considerare la totale perdita di controllo su quei terreni ceduti.
Di fronte a questo scenario deprimente di sfruttamento di risorse, uso indiscriminato di fertilizzanti e antiparassitari, monoculture intensive, estrazioni di minerali, sperimentazioni della nascente industria agro-genetica, viene da chiedersi se questo è il prezzo da pagare per sfamare e rifornire di energia le città.
Forse è semplicemente il modo più facile?



Francesco Miano

Maggio 2013

Segui La Foglia


ECO QUIZ