Iscriviti alla Newsletter!


ecocomics
Pagine Verdi






Nuova oasi WWF alle porte di Roma


Da poco inaugurata la nuova oasi del WWF il Bosco dell’Arrone che si estende per 40 ettari di foreste e dune, sul lungomare di Maccarese-Fregene. Ad oggi è una delle poche aree sopravvissute alla selvaggia cementificazione che ha coinvolto gran parte del litorale romano.


Vi si incontrano orchidee selvatiche e piante più o meno rare come il frassino meridionale o il ranuncolo favagello. Tante le specie, di passaggio o fisse, nell’oasi: dalle raganelle ai pettirossi, dalle puzzole alle donnole. L’oasi è inoltre habitat di diversi rapaci notturni: dai barbagianni agli allocchi.


Un successo di vitale importanza afferma Fulco Pratesi, presidente onorario del WWF Italia "con il Bosco dell’Arrone viene messo per sempre al sicuro uno degli ultimi lembi delle preziose foreste umide che fino a un secolo fa coprivano la costa tirrenica e che oggi è incastonato come una gemma vitale nel cemento selvaggio del litorale romano".


Questa notizia si inserisce meritatamente tra le buone news del 2012 e rappresenta un augurio di opportunità culturale e paesistica da vivere e valorizzare visto che insieme alle oasi di Macchiagrande e Vasche di Maccarese, costituisce una rete ecologica di circa 350 ettari alle porte di Roma.



Segui La Foglia


ECO QUIZ