Iscriviti alla Newsletter!


ecocomics
Pagine Verdi






Una stazione mobile per la raccolta differenziata, anche i rifiuti aspettano il bus!

raccolta mobile


Nel mese di agosto è iniziato in Toscana un nuovo servizio di raccolta dei rifiuti. Un servizio adottato sulla scia di altre regioni italiane, con la scelta di utilizzare un automezzo con operatori a bordo per raggiungere i piccoli comuni e le frazioni del Valdarno Superiore, in provincia di Arezzo, nei giorni stabiliti.

Il nuovo servizio è realizzato dal Centro Servizi Ambiente in collaborazione con la Provincia di Arezzo, un’azienda a capitale prevalentemente pubblico presente nelle valli del Valdarno, della Valtiberina e del Casentino che oltre alla raccolta dei rifiuti urbani e igiene urbana, si occupa della gestione dei centri di raccolta.

La stazione informativa mobile offre un servizio di raccolta, con l’obiettivo di informare "dal vivo" i cittadini sull’importanza della raccolta differenziata e il recupero di tutti i materiali, informandoli anche sulla modalità di trasporto dei rifiuti da conferire presso la stazione mobile.
Il ritiro avviene nelle piazze in occasione dei mercati rionali o negli spazi esterni dei supermercati. La stazione mobile arriva nelle piazze dei paesi, sostando per 3-4 ore in ogni sito permettendo così ai cittadini il conferimento dei rifiuti da recuperare. In questo modo si evita la spiacevole abitudine di gettare i rifiuti speciali in luoghi o in contenitori pubblici non adatti, azione che peraltro può comportare una multa di 500 euro.

La stazione mobile che colma la mancanza dei contenitori per il deposito dei rifiuti ingombranti, è il sistema messo a disposizione da CSA per coloro che non sono serviti dalla raccolta porta a porta offrendo così la possibilità al cittadino di gestire i rifiuti individualmente.


I rifiuti raccolti sono oli vegetali, oli minerali che si trasportano in bottiglie di plastica, farmaci scaduti, acidi, antiparassitari chimici, farmaci scaduti, ferri da stiro, forbici, radio, ram del computer, bistecchiere, bombolette spray e gas butano, grattugie in metallo, grucce in ferro, cartucce toner e pile esaurite, utensili per la cucina come pentole e padelle, batterie auto, lampadine e neon, barattoli di vernice, apparecchiature elettroniche, telefoni cellulari, macchine fotografiche e tutti gli altri materiali elencati alla pagina del dizionario dei rifiuti del sito web.

Con questo servizio la raccolta differenziata diventa una scelta obbligata;  i servizi comunali, che non sempre sono riusciti a soddisfare le esigenze di tutti, oggi si attivano anche nei piccoli centri urbani coinvolgendo la partecipazione di tutti, operatori e cittadini insieme.

Spiace dire quante sono le discariche che le persone elevano nei boschi, lungo la strada, con l’idea che gettare i rifiuti in un torrente sia un modo di allontanarli da casa propria. L’essere umano non ricorda, forse, che la sua casa è il mondo e che la natura non dimentica mai?

Per info:
Numero Verde 800 371 318
www.csambiente.it


Laura Gineprini

AGOSTO 2012



Segui La Foglia


ECO QUIZ