Iscriviti alla Newsletter!


ecocomics
Pagine Verdi






LE SCIE CHIMICHE NEI NOSTRI CIELI


Le scie chimiche nei nostri cieli...tra falsi miti e verità.


scie chimiche

A quanto pare il cielo sopra i nostri occhi non gode di ottima salute. Questa in sostanza è la realtà che negli ultimi anni si stà configurando visto il crescente avvistamento nei nostri cieli di scie non meglio identificate, che a quanto pare sono composti chimici di una certa rilevanza.

Partendo dagli spunti offerti dall’amico Luca Tomberli, che di persona ha seguito numerose conferenze sul tema e con il quale abbiamo condiviso l’urgenza di dare visibilità a questo tema,  proponiamo ai lettori una breve disamina degli aspetti celati dietro questo argomento che in qualche modo risultano essere “misteriosi”, e rispetto ai quali  esistono pareri molto contrastanti.
Gli avvistamenti di aerei che rilasciano, anche a bassa quota, sostanze nell’atmosfera identificabili come scie chimiche sono negli ultimi anni aumentati in maniera esponenziale, basta fare una piccola ricerca in rete per rendersi conto che il fenomeno è tutt’altro che marginale (per chi volesse approfondire l'argomento si consiglia di cercare la parola "chemtrails".
A quanto pare le scie chimiche rilasciate nell'atmosfera dagli aereoplani non sono vapore acqueo derivante dalla condensa dei gas di scarico dei motori, ma sono un mix di sostanze chimiche deliberatamente lasciate nei nostri cieli. E' possibile distinguerle dalle normali scie aeree anche ad occhio nudo perché la loro persistenza in cielo è molto più lunga.
Due espetti sono fondamentali per cercare di capire se questo è un fenomeno “paranormale” o se si tratta di una verità dura da digerire e difficile da capire.
In primo luogo le scie chimiche non sembra siano composte da vapore acquo o semplice gas di scarico dei velivoli, ma da sostanze chimiche potenzialmente nocive per la nostra salute.
In secondo luogo è utile interrogarsi del perché questa pratica stia conoscendo una sempre maggior popolarità. Cosa sono veramente, a cosa servono?
Ricercatori, scienziati e singoli cittadini hanno effettuato delle analisi chimiche del terreno, polveri e acqua nelle zone sottostanti spazi aerei irrorati con le scie chimiche. Le analisi più accreditate a livello mondiale accertano la presenza e l’alta concentrazione di sostanze chimiche quali sali di bario, ossido di alluminio, calcio, potassio, magnesio, torio, quarzo. Queste sostanze secondo "la teoria del controllo climatico" permetterebbero di incidere e guidare l'avvento dei fenomeni atmosferici che producono la siccità o la pioggia. Secondo la "teoria del complotto", le scie chimiche permetterebbero al settore militare di migliorare la capacità trasmissiva dell'atmosfera con conseguenze strategiche nella gestione dei segnali radio.
Le prove istituzionali della loro presenza a tutt’oggi sembrano molto blande e nessuno tra enti, regioni, organismi di controllo sembra riconoscerne l’effettiva presenza.

Un dato che fa pensare è la quasi completa noncuranza dei media tradizionali, i quali in alcuni casi (come il servizio su superquark: www.tanker-enemy.tv/Superquark.htm
) cercano di annoverare il fenomeno delle scie chimiche tra i falsi miti da sfatare; come i fenomeni paranormali, la vita oltre la morte, i cerchi nel grano ed altri aspetti “mistici” che sono lontani dall’evidenza scientifica. Eppure le scie ci sono, sono nei nostri cieli e questo almeno in prima battuta è un fenomeno visibile ad occhio nudo, tanto quanto la loro consistenza e persistenza.
In passato le scie degli aerei erano molto meno intense e quasi per niente persistenti, vi verrebbe da dire lo stesso di fronte a queste immagini?


scie chimiche 2


Nella ricerca di fonti per approfondire il tema, diversi siti affermano che la pratica di irrorazione attraverso scie chimiche non sia una questione moderna bensì sia in uso da diversi anni:


www.scienzamarcia.blogspot.com

Video sulle origini delle scie chimiche:





Chi volesse approfondire l'argomento può leggere diversi alrticoli e dossier;


www.scienzamarcia.altervista.org


www.multimedia.quotidiano.net


www.informarexresistere.fr


Di notevole spessore anche la trasmissione radiofonica che Radio Imago ha dedicato all’argomento.


Storie di frontiera - speciale scie chimiche - MP3


Numero speciale della rivista "Il Discepolo" interamente dedicata alle scie chimiche:


Il Discepolo - Speciale Scie chimiche 2010.pdf



Francesco Miano
Luglio 2011

Segui La Foglia


ECO QUIZ