Iscriviti alla Newsletter!


ecocomics
Pagine Verdi






ECO-TURISMO: Istruzioni per l’uso

La bella stagione è ormai alle porte e tutti, chi prima chi dopo, chi più chi meno, ci concederemo una pausa dalla routine, una vacanza, che nel senso antico vuol dire vuoto, mancante di impegni e abbandono delle solite abitudini.
Ma come è possibile coniugare il bisogno fisiologico di una pausa con la consapevolezza che, come per il consumo di ogni altro prodotto, la vacanza richiede attenzione per essere veramente sostenibile e rigeneratrice?
Negli ultimi anni grazie alla maggior sensibilità verso i temi ecologici, si sono affermati due concetti quasi sovrapponibili, quello di ecoturismo e quello di turismo responsabile.
Nel primo ci si concede un relax in strutture ad accoglienza informale, in contatto con le bellezze del luogo e i ritmi della natura, nel secondo si raggiungono mete di solito estere e si aggiunge un po’ di spirito d’avventura misto al desiderio di interagire con la struttura sociale ed economica del paese che ci ospita.
Entrambi si fondano sul concetto di scoperta e ci invitano ad un’esperienza di contatto più vicina alla vacanza “zaino in spalla” che alla valigia gonfia di ogni possibile bene materiale.
La vacanza dalle normali abitudini, ci consente di staccare e scoprire una dimensione personale più naturale e di apertura in cui, evitando di pianificare troppo, ci lasciamo andare a quello che la vacanza può veramente portare.
Alleggerita di aspettative ed ansie, ripulita di desideri estremi più o meno indotti come la pesca al tonno dall’elicottero e l’immersione fino a quasi 20.000 leghe sotto i mari, la vacanza ecologica è un modo interessante per vivere al meglio un periodo di riposo. La gestione insolita del tempo e la vicinanza ai ritmi di base rappresentano un’esperienza rigenerante e una fonte di ispirazione per il futuro.
Oltre ad un piacevole ricordo si acquista consapevolezza di quanto, alcune esperienze vissute, possano cambiarci ed essere ritrovate anche in una semplice gita di un giorno. Se riusciamo a tornare a casa senza troppi ammennicoli ma con tante nuove esperienze personali non c’è dubbio, siamo dei veri eco-turisti.


Francesco Miano

aprile 2011

Segui La Foglia


ECO QUIZ